Volkswagen e-Golf

E riproviamoci ancora

Vedere la prima e-Golf sulle nostre strade era una rarità. Andrà meglio ora? 

 

Quando si affronta la grande incognita dell’acquisto di un’auto elettrica, cosa c’è di più rassicurante di una Golf? Mentre la Prius e persino la Zoe riflettono le loro propulsioni non convenzionali in uno stile non convenzionale, la nuova Volkswagen e-Golfbasata sulla nuova vettura Mk7.5 – fa il contrario. È il BEV al minimo della sua provocazione.
La chiave del fascino della seconda versione della e-Golf sarà l’aumento delle prestazioni rispetto al suo predecessore. Arriva con una batteria agli ioni di litio più grande, valutata a 35,8 kWh (a partire da 24,2 kWh). Insieme ad un motore elettrico più potente (montato davanti e con trazione esclusivamente anteriore), il risultato è un incremento dell’autonomia, dal precedente, ottimistico massimo di 190 chilometri a 300, o ad una realistica media di 200 km per ogni carica. I suoi 136 cv sono abbastanza per lanciare la leggerissima vettura a 80 km/h in 6,9sec e a 100 km/h in 9,6sec, quasi un secondo più veloce della precedente e-Golf (10,4sec).

… il resto della storia, scoprilo qui!

L’aspetto “normale e rassicurante” svanisce quando si apre il cofano.

… il resto della storia, scoprilo qui!

A proposito dell'autore

Post correlati