Devo confidarvi che la mia idea di Subaru è decisamente distante dalla Levorg. Per me, la Casa delle Pleiadi è Impreza e nient’altro ma, a conti fatti, non avrei potuto avere idea più sbagliata. La Levorg si presenta con una linea aggressiva per essere una familiare, sottolineata dal kit estetico STi che a prima vista mi ha fatto storcere il naso. Non tanto perché sgradevole alla vista, anzi, quanto piuttosto per il fatto stesso di accostare il Marchio STi ad una familiare che difficilmente potrà esibirsi in perfetti pendoli tra una curva e l’altra (e vi posso assicurare che è praticamente impossibile). Superato l’imbarazzo iniziale inizio ad accettare questa apparentemente inutile infusione di spoiler, minigonne e cerchi bicolore che si accosta alla perfezione al colore carta da zucchero della carrozzeria, per un risultato visivo di sicuro impatto. Una volta dentro, i sedili mi avvolgono con sostegni laterali generosi e morbidi, ed una posizione di guida rassicurante. L’impostazione è quella classica a cui siamo abituati, con due indicatori per gli strumenti dietro al volante, il touchscreen al centro della console ed il piccolo schermo alla sua sommità per le informazioni riguardanti la trazione ed i consumi. Il volante è davvero piacevole, nonostante i paddle in plastica, ma lo stesso non può dirsi del sistema di infotainment che, nonostante una grafica non particolarmente antiquata, si rivela eccessivamente lento nell’utilizzo, anche nelle operazioni più semplici come abbinare lo smartphone o cambiare la stazione radio.

Poco male, perché una volta in marcia difficilmente si penserà a queste piccolezze. Sono riuscito a sequestrare la Levorg per qualche giorno sulla neve con la mia compagna, una sorta di pseudo mini-settimana bianca da incastrare tra i vari impegni di lavoro, contando sulla trazione integrale e sul motore boxer che speravo potesse avvicinarsi a quello della sorella più cattiva, quantomeno in termini di sensazioni sotto al sedere. Già mi immaginavo lo scenario imbiancato e questa LEgacy eVOlution touRinG di traverso tra un tornante e l’altro, ma tralasciando la palese esasperazione ideale delle mie doti di guida e delle doti dinamiche dell’auto, la neve non c’era e la trazione integrale mi è servita a ben poco. Ma almeno ho avuto modo di provarla in praticamente ogni contesto possibile, dalla città, ai trasferimenti autostradali, alle stradine di montagna. Il risultato è univoco: la Levorg è un’ottima alternativa alle più blasonate famigliari tedesche. E non tanto perché perfetta, anzi, ci sono dei dettagli che non sono proprio riuscito a digerire, come il CVT che fa girare il motore sempre qualche centinaia di giri troppo in alto o i consumi che nonostante un piede fatato non vanno oltre i 9 km/l, quanto piuttosto per l’altissimo piacere di guida che restituisce e per la sua capacità di adattarsi ad ogni circostanza con l’abilità di un camaleonte. Agile e confortevole in città, silenziosa e rilassante in autostrada nonostante la gommatura termica e assolutamente divertente tra le curve.

Che il pacchetto STi fosse un monito? Non lo so, ma la Levorg mi ha fatto davvero divertire, grazie al boxer sempre pronto ed elastico e ad un assetto composto che le regala una dinamica da sportiva vera e propria.  Tra le curve, questa Subaru per famiglie sembra dimenticarsi dei suoi 1.410 kg, si muove con agilità e sicurezza anche su fondi stradali non perfettamente livellati e viaggia sui binari, con una direzionalità entusiasmante sull’asse anteriore ed un posteriore imperturbabile, esaltati da un controllo del rollio davvero superlativo. I 170 cv vanno ben oltre l’essere sufficienti per un utilizzo quotidiano e per i trasferimenti più lunghi, ma quando si chiede qualcosa in più al boxer da 1.600cc questo sembra tirare il collo, colpa anche di un cambio che non sfrutta appieno le sue potenzialità. Anche impostando la dinamica di guida più aggressiva tramite il selettore sul volante, la Levorg sembra limitarsi ad inarcare le sopracciglia piuttosto che iniziare ad inveire contro l’asfalto, ma sarebbe davvero ingiusto farlo passare come un difetto. Perché? Semplice, perché non è stata pensata per un simile utilizzo, a quello ci pensa l’Impreza che, tra l’altro, grazie alla Levorg ho realizzato non essere l’unica Subaru degna di questo nome…

Scheda tecnica: Subaru Levorg 1.6 GT-S Lineartronic Sport Style

Prezzo: 29.990 Euro

Motore: 1.600cc 4 cil boxer, 170 cv @ 4.800 giri/min, 250 Nm @ 1.800-4.800 giri/min

Trasmissione: Lineartronic a variazione continua, trazione integrale

Prestazioni: 0-100 km/h in 8,9 sec, 210 km/h, 14,1 km/l, 164 g/km Co2

Peso: 1.410 kg

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati