Ancora fresco dell’esperienza vissuta durante le vacanze natalizie, a bordo dell’ultima Subaru Forester, mi è stato proposto di prendermi cura per qualche giorno dell’ultima arrivata nella schiera della Casa delle Pleiadi. È sì una Forester e, se non fosse per il colore scintillante, potreste pensare che non abbia assolutamente nulla di diverso rispetto a quella di qualche mese fa, ma di differenze invece ce ne sono, non moltissime, ok, ma importanti. Una su tutte è l’adozione del Lineartronic, un rinnovato cambio a variazione continua CVT, nonché l’introduzione di una modalità di guida X Mode che trasforma la Forester in una vera e propria arrampicatrice.

Al massimo cinque minuti dopo aver appreso queste notizie mi sono trovato al volante, smanioso di testarla in fuoristrada. La prima differenza, su strada, è la guida più lineare, con il cambio che riesce a tenere il motore ad un regime ottimale in modalità automatica, cosa non da poco viste le mie ultime esperienze, mentre se ci si vuole divertire si può optare per la modalità manuale, che farà in modo di ricreare artificialmente dei rapporti nel cambio comandabili tramite i piccoli paddle al volante. E senza portasci e portabici sul tetto anche i fastidiosi fruscii aerodinamici di cui tanto mi ero lamentato sembrano essere spariti. Fino a qui tutto bene. Arrivato a destinazione, non passa più di un metro con gli pneumatici sull’erba prima che il mio dito si poggi sul pulsante per attivare la modalità X Mode.  Aiuti in discesa ed in salita ed altre magie negli organi in movimento della Forester si uniscono alla ben nota trazione integrale Symmetrical all wheel drive per renderla praticamente inarrestabile, mentre il CVT aiuta a dosare al meglio la potenza del 2.0 Diesel da 147cv e 350Nm di coppia.

Ma purtroppo gran parte degli acquirenti la sceglierà semplicemente per la posizione di guida rialzata, piuttosto che per le sue doti in fuoristrada, quindi mi sono dovuto convincere che il vero campo di prova di questa Forester fosse la città.

Ed in effetti il Lineartronic da il meglio di se proprio nel traffico, momento in cui si riesce, tra l’altro, ad apprezzare il nuovo sistema di infotainment comandato da un display touchscreen al centro della console, che oltre ad interfacciarsi con il vostro smartphone dona anche un tocco di modernità agli interni. Dal sedile di guida si ha un’ottima visibilità, e questo sicuramente farà piacere al pubblico femminile, mentre le sospensioni digeriscono senza problemi gli “ostacoli” cittadini. Il bagagliaio basta e avanza per le necessità quotidiane, i consumi dichiarati non sono poi così distanti dalla realtà, e all’interno la sensazione di comfort è migliorata. Che sia questa la Forester definitiva?

Scheda tecnica: Subaru Forester

Prezzo: 32.000 Euro 

Motore: 1.998 cc 4 cil Boxer, 147 cv @ 3.600 giri/min, 350 Nm @ 1.600/2.400 giri/min 

Cambio Automatico Lineartronic a variazione continua, trazione integrale 

Prestazioni 0-100 km/h 9,9 sec, 188 km/h, 6,3 km/l, 163 g/km CO2  

A proposito dell'autore

Riccardo Cacace

Post correlati