L’assillo di Henry Ford per la semplicità mise il mondo sulle quattro ruote. Il suo pro-nipote  Bill Ford, e il presidente  Mark Fields stanno sfruttando le tecniche digitali per creare la Ford 2.0

Mark Fields: Ci stiamo dando da fare per trasformare la Ford da pura azienda automobilistica ad azienda automobilistica e della mobilità. Abbiamo lavorato su delle cose per cambiare l’esperienza che i consumatori vivono con l’auto.

Bill Ford: La mobilità consiste nel far vivere meglio le persone. A livello globale, il traffico urbano è una criticità e sta peggiorando. Se non poniamo un rimedio, l’economia, l’ambiente, la salute della gente e la sicurezza ne soffriranno. Noi abbiamo una stupefacente opportunità di contribuire a risolvere questi temi.

MF: La gente non fa altro che discutere di quanto l’industria automobilistica stia correndo il pericolo di essere travolta dalle società di informatica; noi scegliamo di condurre il gioco. La Ford intende mettersi alla testa dello sviluppo nella connettività, nella mobilità, nei veicoli a guida autonoma, nell’esperienza dei clienti, nelle analisi dei dati digitali.

BF: Se si guarda al nostro retaggio, il mio bis-nonno modificò con la Model-T il modo in cui il mondo si muoveva. Noi abbiamo un uguale occasione in un’era diversa.

MF: Essere un’impresa automobilistica e della mobilità ci dà un’opportunità smisurata. L’industria dell’auto genera 2.3 trilioni di dollari, la nostra fetta è il 6%. I servizi di trasporto, fra cui mezzi pubblici, taxi, veicoli in condivisione, totalizzano 5.4 trilioni di dollari ogni anno. Tuttavia la Ford non beneficia di nessuno di tali ricavi.

L’OCCASIONE di mutare le abitudini della clientela è immensa. Pensate ai cellulari: nove anni fa la Nokia deteneva il 50% del mercato globale, ma era focalizzata solo sull’hardware. Poi arrivò la Apple, e abbiamo visto tutti come è andata a finire.

ABBIAMO messo al lavoro un gruppo di esperti per 18 mesi. L’esito è stato FordPass. Chiunque può diventare membro, che sia o non sia proprietario di una Ford. Per il sistema Marketplace stiamo operando in sinergia con ParkWhiz, Parkopedia e Flightcar allo scopo di aiutare le persone a trovare e pagare il parcheggio, oltra a prendere in prestito e a condividere le auto con procedimenti più immediati.

C’è IN VISTA una collaborazione con McDonalds e 7-Eleven per fornire agli iscritti premi e oggettistica commerciale. Apriranno dei Centri Ford a New York, Londra, San Francisco e Shangai. Sarà possibile entrare in contatto con le ultime innovazioni Ford, conoscere le varie soluzioni per la mobilità e partecipare a straordinari eventi riservati.

DALL’OTTICA DI un consumatore, le forti esperienze emotive rinsaldano il legame a lungo termine; in un’ottica imprenditoriale, porterà maggiore fidelizzazione, nuovi compratori e servizi Ford più efficienti. Questa è un’azienda fondata sulla volontà di migliorare la vita alle persone. Vogliamo cambiare il modo in cui il mondo si muove, proprio come Henry Ford fece più di un secolo fa.

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati