Porsche sottovalutate

car TOP 10

Nel numero 99 abbiamo nominato le 70 migliori Porsche di tutti i tempi. Qui ci sono le 10 che hanno eluso i nostri radar…

1) 928 CLUB SPORT
Anticipando la più conosciuta 968 CS di cinque anni, questa leggerissima auto, prodotta solo con guida a sinistra, è un chiaro esempio della capacità di Porsche di costruire Gran Turismo ed aveva un tettuccio apribile, tergicristallo posteriore, sedili motorizzati (una vittoria, considerati i problemi all’elettronica della 928) ed un parasole posteriore. Decisamente introvabile.

P01_1107_a4

2) 997 CARRERA
Ai giorni nostri nessuno vorrebbe provare la vergogna di ordinare una Porsche con il motore base, per questo mi chiedo: nonostante sia possibile trovare molte Carrera 996 base, quanti di voi hanno mai visto una 997 non in versione S? Casomai ne scopriste una, trovereste una coupé a trazione posteriore con cambio manuale e motore da 3.6 litri con l’innocenza da ultima della classe che aspetta l’arrivo della più grande 991.

997 Carrera

3) 968 CLUB SPORT/SPORT
La fama che ha ottenuto il successore ampiamente riammodernato della 944 del 1992 è stato piuttosto blando fino a che non è stata lanciata la brillante e spartana Club Sport del 1993; priva dei sedili posteriori, dell’airbag e degli alzacristalli elettrici, ma equipaggiata con cerchi da 17 pollici e delle sospensioni molto più tirate, la trasformata 968 fu una rivelazione. Poiché la rara versione Sport fu creata solo per il mercato inglese, per coloro che desideravano una Club Sport con la posizione di guida invertita furono applicate delle modifiche direttamente in fabbrica.

P01_1120_a4

4) 944 S2 SE
La 944 ad aspirazione naturale ebbe un’evoluzione costante dagli anni ’80 fino a raggiungere la sua massima espressione nel 1992 con la S2 Sport Equipment che possedeva ammortizzatori regolabili, differenziale a slittamento limitato, dettagli grafici sulla fiancata e qualche cavallo in più. Ne vennero costruite solo 14 – un silenzioso precursore della 968 CS.

944 S2 SE

5) 924S
Buona maneggevolezza e molto pratica, la prima (non turbo) 924 era affossata dal suo scadente 2 litri benzina – la salvezza arrivò sotto forma di un motore 2.5 leggermente depotenziato della 944. Per un totale di 150 cv (160 cv dall’88 in poi), queste auto sembravano avere una vita molto più lunga delle 944.

P01_1076_a4

6) 911 SC
Acronimo di Super Carrera, la SC riusciva a raggiungere l’85 per cento della desiderabilità della 3.2 Carrera con il 70 per cento dell’impegno. Nonostante un valore massimo di 204 cv, le prestazioni erano altalenanti anche se non così eccellenti, ma provate a guidare un coupé nel vivido clamore degli anni ’70 con sedili i foderati in Pasha e sicuramente sarete così abbagliati dalla sua magia da non farci caso.

P01_0946_a4

7) CAYMAN 2.9 (987)
Sì, era la versione base della 987 di seconda generazione con il 2.9 litri. Con più cavalli e mezzo secondo in meno per scattare da 0 a 100 km/h rispetto alla versione 2.7, quest’auto ha dimostrato grande affidabilità nel rinnovo intermedio della gamma, e inoltre ha reso la Cayman base un’alternativa competitiva, o sicuramente una scelta divertente.

Cayman 2.9

8) 968 COUPÉ
Fu pianificato che uscisse col nome di 944 S3 ma il dichiarato 80 per cento di modifiche rispetto alla S2 divenne il motivo per cambiarlo definitivamente. Aggiunsero quindi i fari anteriori circolari ispirati alla 928 e una coda molto più larga, mentre il 3 litri quattro cilindri ottenne valvole ad apertura variabile per un totale di 240 cavalli. Un affare.

P01_1118_a4

9) PANAMERA S (970, MANUALE)
La prima generazione di Panamera ebbe fatica ad imporsi come simbolo di eleganza durante la sua introduzione nel 2009. Fortunatamente siamo preparati a guardare oltre le apparenze – ma come poteva una quattro porte con un V8 da 400 cv e cambio manuale divenire il successore della 928? Me lo chiedevo anch’io.

P09_0992_a4

10) 964 CARRERA
964 RS, RSR, Turbo e Speedster – tutte auto che molto probabilmente sarebbero circondate da uomini in anorak alla gara di quartiere. Prendete una 964 Carrera coupé coi cerchi Design 90 da 16 pollici in lega nera, blu scuro o argento e guidatela fra le strade della vostra città per emulare (almeno un po’) Ian McShane in Sexy Beast.

P01_1129_a4

 

A proposito dell'autore

Simone Colongo

Post correlati