In questa nicchia di mercato le concorrenti non sembrano mai del tutto a suo agio, sono tutte belle auto che in realtà non conquistano il cuore o la mente. La nuova Panamera sprizza innovazione tecnologica, dinamiche migliorate, un meraviglioso nuovo look e di un fantastico 911 feeling che farà felice chi era rimasto deluso dalla prima versione. Ha una configurazione a motore frontale/centrale progettata per una gestione docile ed equilibrata, la sua struttura in alluminio è più leggera, più rigida e più facile da adattare a configurazioni aggiuntive. Grazie al lungo interasse, la corta sporgenza anteriore e la linea del tetto più bassa, le proporzioni sono eleganti e sexy. Rimane però sempre un veicolo abbastanza lungo, misura più di cinque metri da paraurti a paraurti, e con un peso di 1.920 kg è appena più leggera della Bugatti Chiron. La Porsche quattro porte raddoppia il suo spazio come una lussuosa station wagon ed è sontuosamente equipaggiata, soprattutto quando si è disposti a spendere qualche migliaio di Euro in più. Il nuovo V8 turbo 4,0 litri da 549 cv che sostituisce il vecchio motore, grazie al cambio doppia frizione a otto rapporti, al nuovo sistema AWD più ardito, e alla potenza delle 32 valvole accelera quest’anticonvenzionale quattro posti da 0-100 km/h in appena 3,6 sec in modalità Sport Plus. Nella vita reale questo si traduce nella possibilità di avere un cambio esplosivo e la possibiltà di scalare di un paio di tacche in base all’acceleratore. Guidate con un po’ più di entusiasmo e la trasmissione si adatterà quasi immediatamente, girando al minimo nelle prime due marce, scalando un po’ prima e mantenendosi su ciascuna marcia un po’ più a lungo.

Il resto della storia, scoprilo qui

 

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati