Porsche 718 Cayman GTS

Ci troviamo tra le montagne di Malaga, intenti ad inseguire una 911 GTS cabrio. A guidarla c’è un ex pilota, che sta tentando in tutti i modi di far sparire dal suo specchietto retrovisore la mia Cayman 718 GTS. Udite udite: non ci sta riuscendo. Ovviamente questo è principalmente merito delle notevoli capacità della nuova Cayman, che, anzi, rischia di rovesciare le gerarchie in famiglia se messa contro una 911. Ovviamente perde sul campo della potenza. Al suo motore da 365 cv mancano 85 cv per rivaleggiare con la 911, nonostante sia comunque più prestante della vecchia Cayman GTS.

_29R1032

Ma non esiste solo la potenza. Il quattro cilindri 2.5 litri turbocompresso della Cayman è più leggero, compatto e meno assetato del sei cilindri del fratellone. L’auto stessa è decisamente meno pesante (1.405kg contro 1.545kg). Buttiamo nel calderone anche delle sospensioni sportive ben tarate, che abbassano il baricentro di 20mm rispetto al modello standard, e l’impostazione a motore centrale; insomma, la ricetta non è niente male e si inizia a capire come questa vettura possa dare più di un grattacapo alla 911.

Per quanto riguarda la maneggevolezza, la Cayman mette la freccia e va al sorpasso. La distribuzione dei pesi è meno tendente al posteriore, l’aderenza in curva sembra avere un tocco magico, lo sterzo preciso produce un resoconto dettagliato di qualsiasi cosa stia succedendo sull’asfalto e lo consegna direttamente alle nostre mani, i freni mi hanno aiutato ad uscire fuori da brutte situazioni più di una volta ed il differenziale riesce a processare potenza e coppia col minimo sforzo ma con la massima efficienza.

Ma c’è un lato negativo al peso extra sull’asse anteriore – nelle curve in discesa c’è un maggior rischio di finire in sottosterzo. State pronti a dare una stoccata ai freni per risolvere la questione.

_29R7786

Realisticamente parlando, comunque, il vero rivale della Cayman GTS è la Cayman S. Costa meno e produce 350 cv, quindi la differenza in termini di prestazioni assolute non è troppo marcata. Col pacchetto Sport Plus e col controllo di partenza inserito, la GTS decolla da 0 a 100 km/h in 4,3sec. La S ha una velocità massima di 285 km/h, 5 in meno della GTS.

Ma chiaramente le cifre sulla carta non sono l’unica cosa che vale, in un’auto. La GTS ha equilibrio, feedback e risposte agli input decisamente migliori. Se al posto dei cavalli dovessimo contare le farfalle nello stomaco e la frequenza cardiaca durante e dopo ogni tragitto tortuoso, la GTS vincerebbe a mani basse, staccando di netto la S. È semplicemente molto più divertente da guidare.

Leggi l’articolo completo sul numero 97

CAR lo trovi IN TUTTE LE EDICOLE della tua città e in edizione digitale su pocketmags.com

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati