Porsche ha presentato a Francoforte il suo futuro. O quantomeno un qualcosa che ci va molto vicino. La concept car Mission E, infatti, potrebbe non essere altro che la prossima generazione di supersportive del cavallino tedesco: potenza ed efficienza, sono queste le parole chiave su cui si baseranno le scelte di Zuffenhausen da qui in avanti.

Una Porsche a trazione completamente elettrica rappresenta di fatto una rivoluzione, ma quando e se verrà realizzata non snaturerà i valori tradizionali del marchio. Il design affascinante della quattro porte con quattro posti mette in evidenza numerosi richiami alla 911 e rende riconoscibile fin dal primo sguardo la Mission E come Porsche a tutti gli effetti.

La trazione integrale e gli oltre 600 cavalli a disposizione, la renderanno adatta anche alla pista, ma la peculiarità della Mission E è quella di garantire oltre 500 chilometri di autonomia e grazie all’innovativo “Porsche Turbo Charging” da 800 Volt, la ricarica dura appena poco più del tempo di un pieno di benzina: si parla di circa un quarto d’ora per ricaricarla all’80% alla colonnina di ricarica rapida.

E gli interni non sono certo meno futuristici: il senso di sportività è lampante ma a catturare l’attenzione è certamente il concetto estremamente intuitivo di comando e visualizzazione, con comandi visivi e a gesti, nonché funzioni innovative.