Mercedes Classe E All-Terrain… Quando il gioco si fa duro!

Ok forse non è nulla di rivoluzionario. Se ci fermiamo ad una sommaria analisi esterna questa All-Terrain è solo una Classe E Station Wagon un po’ più muscolosa, dall’aspetto più cattivo grazie ai passaruota e alla nuova mascherina, rialzata da terra grazie alle gomme più grandi e con l’aggiunta del sistema 4Matic di Mercedes. Gli interni non presentano grossi cambiamenti, si basano sulla linea Avantgarde con particolari in alluminio-carbon look esclusivi per la All-Terrain, pedaliera sportiva in acciaio con gommini antisdrucciolo e tappetini stile Off-Road e come optional sono disponibili gli allestimenti Esclusive e Designo.  Il nuovo modello vanta tutti i sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza intelligenti che hanno debuttato sulla Classe E berlina all’inizio di quest’anno, catapultando l’All Terrain nella fascia alta del mercato. Lo stesso vale per le soluzioni del vano di carico intelligenti della Classe E SW con la posizione package di serie per i sedili posteriori che consente di portare gli schienali in una posizione più verticale di circa 10 gradi aumentando in questo modo il volume di carico di altri 30 litri arrivando a 670 litri, per i bagagli e tutto quello che avete bisogno nelle vostre vacanze avventura, senza dover rinunciare al comfort di una cinque posti.

Su questa macchina possiamo avere il pacchetto straordinariamente high-tech con tutti gli ultimi colpi di genio di Mercedes con la stessa lista apparentemente infinita di optional, e qualcosa in più a quelli che sono invece gli accessori di serie. Anche questa vettura sa fare cose che pochissime altre vetture saprebbero fare. Come ad esempio la possibilità di concedere al guidatore di togliere momentaneamente le mani dal volante a 200 km/h, il parcheggio automatico attraverso app in remoto, la funzione di seguire autonomamente la vettura di fronte a noi, la sterzata automatica per evitare ostacoli fino a 130 km/h come ad esempio un cantiere di lavori che restringono la carreggiata e addirittura il sorpasso autonomo due secondi dopo aver attivato l’indicatore di direzione. La vettura poi, volendo, sa anche rispettare i limiti di velocità con un margine che possiamo stabilire, mentre gli ingorghi cittadini si trasformano in ottime opportunità in cui lasciar fare tutto il lavoro sporco al cervello dell’auto, che agisce secondo gli stimoli rilevati da telecamere e sensori. Con l’ACC in attivato abbiamo veramente poco da fare, visto che gas, freni e sterzata vengono gestiti autonomamente e a velocità moderate funziona tutto molto molto bene.

 

 

Fino qui niente di nuovo quindi, lo abbiamo già visto sulle sorelle berlina e station wagon, perciò non andiamo oltre e cerchiamo di essere subito più chiari. Per troppo tempo Mercedes è stata a guardare e con la All-Terrain dichiara guerra aperta all’Audi A6 Allroad e alla Volvo V90 Cross Country, e lo fa con un modello versatile, come mai Mercedes aveva fatto prima, che coniuga un look deciso di un SUV con l’intelligente abitabilità di una Station Wagon. Potremmo quasi dire che abbiano creato il nuovo segmento dei SUW.

La All-Terrain è equipaggiata di serie con la trazione integrale 4Matic nella sua ultima versione con differenziale ripartitore a ingranaggi epicicloidali distribuito con schema 45/55 tra avantreno e retrotreno con il nuovo cambio a nove rapporti 9g Tronic con convertitore di coppia. sempre di serie sono anche le sospensioni pneumatiche multicamere AIR BODY CONTROL che permettono una maggiore altezza dal suolo. Per il momento saranno disponibili due motorizzazioni, la E 220d All-Terrain con motore a quattro cilindri di due litri da 194 cavalli, e la E 350 All-Terrain con motore a sei cilindri. Non sono previste altre motorizzazioni.

Dispone inoltre di serie del DYNAMIC SELECT, che permette di scegliere tra cinque programmi di marcia per variare le caratteristiche di motore, cambio, ESP e sterzo. Ha in più la modalità “All-Terrain”, che presenta una serie di impostazioni per la guida in fuoristrada. Il tutto unito all’assetto ancora più comfortevole e le ruote maggiorate con spalla alta che aumentano ulteriormente il comfort di marcia sui percorsi Off-Road, ma a beneficiarne è anche il comfort di marcia su strade cittadine sconnesse.

Rispetto alla Classe E Station Wagon, la All-Terrain è più alta di 29 millimetri. 14 millimetri dovuti dai pneumatici, mentre gli altri 15 mm dalle sospensioni pneumatiche, che presentano un livello normale di marcia più alto. L’altezza dal suolo varia in pratica da 121 a 156 mm.

Selezionando il programma “All-Terrain”, l’assetto si solleva di 20 mm fino ad una velocità massima di 35 km/h per poi abbassarsi automaticamente con l’aumentare della velocità. Le soglie d’intervento dell’ESP come pure il controllo d’imbardata e la regolazione antislittamento variano di conseguenza.

Con questo programma di marcia anche la schermata principale del grande display della vettura cambia, includendo tra le informazioni visualizzate angolo di sterzata, livello del veicolo, angolo di pendenza e d’inclinazione, posizione di acceleratore e freno e una bussola, che potrebbe sempre servire. Nella modalità “Individual” offre una molteplice serie di possibilità che permette di personalizzare il comportamento della vettura in base alle proprie esigenze, intervenendo sulle sospensioni, sullo sterzo e sulla sensibilità del pedale dell’acceleratore e del freno.

Abbiamo guidato la All-Terrain in diverse condizioni stradali, la modalità All-Terrain si è dimostrata utile sulle strade ghiacciate e fuoripista nei boschi dove l’abbiamo messa alla prova.

Su strada e autostrada è difficile trovare differenze in termini di guida rispetto allo standard della Mercedes Classe E Station Wagon e quasi non ci accorgiamo della maggiore altezza.

Il voglioso e generoso motore, a seconda della modalità di guida selezionata, nasconde abbastanza potenza e in modalità Sport gestisce molto bene il passaggio da dinamico a rilassato. Scalando dalla quinta o dalla quarta si genera uno slancio corposo, che trascina con sé la curva della coppia con ogni cambio di marcia, e che si prende solo una brevissima pausa per prendere fiato ad ogni cambio di ingranaggi. Questo bel mix fra potenza trascinante e capacità di allungo ci viene incontro in autostrada, e rende la vettura decisamente più performante.

Passa da 0 a 100 km/h in 8 sec circa, ed arriva ad una velocità massima dichiarata di 230 km/h con consumi contenuti, che da una prima approssimativa misurazione registriamo intorno ai 18 chilometri per un litro di gasolio.

Salendo verso la montagna ho la possibilità di guidarla in modo più deciso. Sull’asfalto ruvido, nonostante tutto la E350 d resta composta ed impeccabile. Fra un tornante e l’altro troviamo sempre abbastanza aderenza su cui far perno e su cui scaricare in anticipo la coppia, c’è sempre la dose giusta di trazione che ci permette di scalare ad una marcia più bassa in preparazione di curva, il motore ci fornisce ancora un po’ di giri residui grazie ai quali riusciamo a mantenere la marcia anche nelle curve più lunghe. Chiudere con decisione il gas provoca uno sbilanciamento della vettura appena percettibile, e riusciamo a disegnare la traiettoria ideale fino all’apice. La sua stabilità ci incoraggia, infine, ad iniziare a vorticare le mani sul volante sempre più in anticipo.

Quando la mettiamo alla prova su strade più impegnative come quelle ghiacciate, la nuova All-Terrain risponde con ottime dinamiche e diventa perfino “noiosa” per quanto riesce a tenere la traiettoria. Nonostante il nostro l’impegno a farla sbandare sulla superficie innevata, il sistema elettronico trasferisce potenza alle ruote anteriori generando un gestibile sovrasterzo ma mantenendo pressoché costante la trazione senza mai far sbandare la vettura come invece vorremmo.

In fuoristrada è una vera rivelazione, si inerpica su mulattiere disseminate di rocce e buche come un vero fuoristrada, mantenendo un assetto incredibilmente stabile ed un’arrendevolezza impressionante, unita ad una notevolissima capacità di assorbimento delle asperità del terreno. Lo sterzo è abile e rassicurante, con una resistenza che non è né troppo leggera né troppo pesante, la risposta non cambia a seconda di quanto lo si ruoti ed è dotato di una precisione a cui non si può dire nulla. Ora è altamente improbabile che gli acquirenti della nuova All Terrain la porteranno in fuoristrada su un sentiero simile, ma il fatto che sia possibile ci aiuta a farci capire le reali capacità della vettura.

Se ho provato la Classe E nuda e cruda, cioè disattivando qualsiasi sistema di controllo? No. Ma per quanto manchi una certa dose di potenza pura in grado di indurre un cambiamento palpabile nel carattere dell’auto a velocità elevate, ho notato con piacere che, affrontando grossi curvoni nel bagnato, questa Mercedes sa tirar fuori anche un po’ di ruvidità.

Anche se si tratta di un primo contatto, la mia esperienza con la All-Terrain è stata convincente, non c’è dubbio che sia in grado di portarvi comodamente al vostro chalet di montagna semisepolto nella neve, con qualsiasi condizione di strada possiate incontrare, passando magari per le sabbie del deserto senza rinunciare al comfort che contraddistingue la Classe E e senza rinunciare a tutto quello di cui avete bisogno grazie allo spazio di carico sufficiente per portare dietro tutta casa.

Arriverà nelle concessionarie a partire da marzo 2017 con il 2,0 litri a quattro cilindri, mentre il diesel sei cilindri sarà disponibile verso l’estate 2017. Anche se non ufficiale il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 60.000. Come abbiamo detto non sono previste altre motorizzazioni ma chissà… magari se questo modello avrà successo la formula potrebbe essere estesa anche alla Classe C e ufficialmente non arriverà una versione AMG. Personalmente spero che cambino idea perché mi piacerebbe vedere una versione biturbo V8 E63 All-Terrain con tanta potenza da spazzare via cumuli di neve!

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati