Dopo la “verdona” GT-R , la famiglia AMG-GT si allarga, con due modelli a tetto scoperto, la GT Roadster e la GT C Roadster. Basate sulla attuale Mercedes-AMG GT, condividono lo stesso V8 biturbo da 4.000 cc, così come il cambio e la trazione posteriore, ed inoltre si aggiunge parte della tecnologia utilizzata per lo sviluppo della estrema AMG GT-R, garantendo performance invidiabili.

Cosa cambia tra la GT e la GT-C? In primis la potenza, con la GT capace di sviluppare 470 cv a discapito dei 550 sviluppati dalla “C”, nonostante, il motore di partenza, sia sempre lo stesso V8. Dissimile anche la coppia, con una differenza di circa 70 Nm. Penserete che sulla versione C abbiano levato tutto il superfluo pur di renderla ancora più agile e scattante, e invece…l’introduzione delle ruote posteriori sterzanti alza il peso rispetto alla versione base di circa 60 kg, ma non preoccupatevi, è comunque più veloce nello scatto da 0-100, 3.7 contro i 4.0 della “semplice GT”. Vi consigliamo di incollarvi il cappello in testa…

Non solo le due versioni si differenziano sotto il profilo delle performance, anche esteriormente l’impatto visivo è decisamente differente, con la GT-C che appare più muscolosa ed arrogante. Ruote più grandi, passaruota maggiorati, uno sterzo più preciso e il settaggio sport per la centralina. Il sistema delle ruote posteriori sterzanti funziona con un doppio step, il primo dai 100 km/h in giù, con le ruote posteriori che vanno nel senso opposto rispetto alle anteriori (questo per renderla ancora più rapida nei cambi di direzione) sopra i 100, invece, le ruote posteriori seguono l’andamento delle anteriori, per renderla più stabile alle alte velocità. Gli appassionati di musica, apprezzeranno gli interventi fatti dalla AMG per far ruggire ancora più forte la GT, dotandola di un impianto di scarico esclusivo.

Ma andiamo al nocciolo della questione: il tetto in tela. In appena 11 secondi potrete passare dall’ascoltare dell’ottima musica classica, al sentirvi il vento nei capelli e il suono del V8 dritto nelle orecchie. Se siete dei tipi eccentrici potrete scegliere una grande varietà di tinte per il vostro tetto, incluso un rosso acceso perfetto per non farsi notare ad ogni semaforo.

 

A proposito dell'autore

Giuseppe Gomes

Post correlati