McLaren 600LT

Osservate la 600LT nel caldo soffocante di un studio di fotografia, le pareti e il pavimento del locale sono un’opera d’arte astratta di luci e ombre studiate, e così sinistre sono le ombre della McLaren e così decisa la sua silhouette che sembra più un’auto da corsa pronta al battesimo in pista che una nuova auto da strada; una coraggiosa sortita tra le GT4 ancora senza sponsorizzazione, non un prototipo pre-produzione. Colpa del grande alettone posteriore fisso, della straordinaria combinazione di ruote multirazze/gomme Pirelli Trofeo R e dell’atteggiamento da gara. (La LT è ben 80mm più bassa della 570S ed ha un interasse frontale più largo di 10mm). Colpa anche dei sedili – in fibra di carbonio super-leggera in attesa dei finimenti, visti per la prima volta sulla Senna e un optional qui. Gli indizi che la 600LT fa sul serio sono espliciti oltre che molti.

4

Quando Darren Goddard, direttore della linea dei veicoli Sports Series, mi dice che la 600LT da 600 cv sarà più veloce in curva rispetto alla 675LT da 675 cv – e quindi in grado di registrare tempi sul giro più veloci su alcuni circuiti, risultato dovuto ai vantaggi sostanzialmente uguali in termini di aerodinamica, pneumatici e peso (1.247kg a secco, DIN, contro i 1.328kg della 675) – non resto certo sorpreso. I miei occhi e il mio cervello hanno elaborato i fatti e concluso che, lungi dall’ottenere un rendimento inferiore, dopo otto anni la McLaren Automotive sta di fatto andando a gonfie vele.

Salite a bordo: facile nonostante i sedili anatomici con i lati alti (che, per inciso, sono incredibili, e vi avvolgono stretti come un carapace composito ma spalmando il loro abbraccio su ogni centimetro quadrato disponibile, in modo tale da farvi sentire subito a vostro agio, quasi indossaste un vestito). L’abitacolo della Sports Series è uno spazio accogliente salvato dalla claustrofobia dalla consolle centrale galleggiante, l’eccellente ergonomia e la semplicità del design del marchio McLaren. Il volante – ora con una graziosa linea arancione alle ore 12 – è magnifico, da guardare e da tenere. È anche il vostro punto di contatto con un frontale decisamente più aggressivo di quello della 570S.

2      3

Leggi l’articolo completo sul numero 103

CAR lo trovi IN TUTTE LE EDICOLE della tua città e in edizione digitale su pocketmags.com

 

 

 

 

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati