AUDI SPORT QUATTRO CONCEPT

Niente può rivelarsi può controverso che indispettire i propri appassionati, ed il nuovo concept della Audi Sport Quattro rischia di fare esattamente questo. Il nome e le linee si rifanno ad una delle auto più iconiche della storia dell’Audi – e della storia del World Rally Championship – ma la nuova versione svelata all’ultimo Salone dell’Auto di Francoforte lascia a casa il motore a cinque cilindri, il cambio manuale la pesantezza della Quattro Concept del 2010. Al loro posto, una coupé basata sulla RS7 con la potenza di una Lamborghini Aventador (700 cv totali), ma capace di consumare meno di una Golf GTD nonostante il nuovo V8 biturbo abbinato al motore elettrico da 110 kW faccia segnare 1.845 kg sulla bilancia, esattamente come una Bugatti Veyron Super Sport.

IMG_3637

Tralasciando l’obesità del sistema di trasmissione ibrido, siamo davvero contenti del ritorno della Quattro. L’idea è di riaccendere gli animi con un’auto ispirata al mondo dei Rally, ma prodotta in serie limitata per gli appassionati delle alte prestazioni e che si vada a piazzare subito sotto alla R8 nel range Audi. Abbiamo ancora qualche riserva per quanto riguarda il concetto di una trasmissione ibrida su un’auto del genere, ma nonostante questo non vediamo l’ora che entri in produzione, ma soprattutto non vediamo l’ora di guidarne una. È arrivato il momento di dare seguito alle tante parole dette sulla vostra Vorsprung Durch Technik, Inglostadt. Ne avevamo parlato QUI.

BMW i8

Questo si chiama coraggio. Nonostante neanche gli scommettitori più accaniti avrebbero puntato sull’arrivo delle super utilitarie elettriche, BMW ci ha creduto e ne ha costruita una, per davvero: la i3. E non contenti delle notti insonni passate per la piccolina, ecco la supercar che si va ad aggiungere alla scuderia delle BMW elettriche, la i8. Non potete negare che la BMW si sia dimostrata particolarmente ambiziosa, e sicuramente non siamo gli unici ad averle messo gli occhi addosso: potete scommettere che dall’Audi alla Mercedes, da Tesla a Ferrari, gli addetti ai lavori seguiranno molto da vicino le vicende della i8.

IMG_3555

La i8 costerà come un’Audi R8 e sarà all’altezza, per quanto riguarda le performance, della quasi defunta M3. Sarà anche più eco-friendly di una 320d, grazie alla fibra di carbonio utilizzata per gran parte della struttura e al tre cilindri benzina accoppiato al motore elettrico. BMW avrebbe potuto investire una parte del budget destinato alla i3 e alla i8 per sviluppare nuove utilitarie o supercar convenzionali, e probabilmente più redditizie, ma ha deciso di puntare tutto su due range-extender . Questo potrebbe essere il Salone di Francoforte a cui guarderemo tra vent’anni come il momento in cui BMW ha cambiato il volto del mercato di massa e di quello delle auto ad alte prestazioni in un colpo solo – o almeno come quello che ha dato il via a tutto il resto.

FERRARI 458 SPECIALE

Una tra le migliori supercar moderne (nonché la nostra preferita) si fa più leggera, rumorosa e veloce – e probabilmente ancora più adatta a far passare i suoi fortunati, e spesso incompetenti, possessori come eroi del sovrasterzo, grazie alla nuova funzione Side Slip-angle Control. I cambiamenti estetici potrebbero far storcere qualche bocca, e le strisce optional in stile auto da corsa americana sicuramente non piaceranno proprio a tutti. Ma non potete negare che un V8 da 605 cv, che gira a 9.000 giri al minuto, senza neanche un turbo compressore possa essere definito in altri modi se non fantastico. McLaren e Porsche ci hanno provato, ma probabilmente l’unica auto che può battere una 458 è una 458 ancora migliore. Ne avevamo parlato QUI.

IMG_3626

HONDA CIVIC TYPE R

Honda non ha presentato ufficialmente, e fisicamente, la nuova Civic Type R a Francoforte, ma si è limitata a mostrarci questo video e a regalarci montagne di parole piene di spavalderia, fiduciosa del fatto che è in procinto di tirar fuori la migliore hot hatch di tutti i tempi. Se l’obiettivo è di essere più veloce sulle curve del Nürburgring rispetto al benchmark attuale, la Megane RS Cup, e di rendere giustizia al badge Type R, allora dovrà essere davvero la migliore di tutti i tempi.

Già da tempo è stato confermato che la nuova Type R avrà un motore turbo da 2.0 litri, cambio manuale, trazione anteriore ed un differenziale a slittamento limitato. La Civic avrà “almeno” 280 cv, abbastanza per battere il record del Nürburgring (su auto a trazione anteriore) di 8:07.97 fatto segnare dalla Megane RS. Una hot hatch capace di scendere sotto agli 8 minuti? Potrebbe essere proprio la nuova Civic.

Jaguar C-X17

Quasi sicuramente l’auto protagonista dell’ultimo Salone di Francoforte – anche se la linea ufficiale di Jaguar è che la C-X17 non è ancora sulla lista dei prototipi che finiranno sicuramente in produzione. Visto come è stata accolta questa settimana, però, è improbabile che Jaguar rinunci a produrre qualcosa del genere per il 2015 – anche se probabilmente si chiamerà QX.

IMG_3684

Proviamo a confrontare la risposta del pubblico alla C-X17 con l’ultima volta che un noto marchio inglese di auto sportive ha provato a rompere la tradizione presentando un SUV:  la Bentley EXP 9F. Nonostante gli acquirenti asiatici pronti a pagare qualsiasi cifra per un trita fango marchiato B, le reazioni furono così discordanti che fu necessario un completo restyling. Questa volta, invece, Ian Callum ed il suo team sembrano aver tirato fuori un altro gioiello capace di infiammare le folle e gli animi dei clienti.

Se siete ancora convinti che un Crossover Jaguar sia un sacrilegio, allora sarete confortati nel sapere che un anno prima del presunto arrivo della QX, il pianale in alluminio della show car “iQ-Al” verrà preso come base per un’auto più economica e sportiva, che andrà a sfidare la BMW Serie 3. Riuscirà a cancellare i brutti ricordi della X-Type più velocemente del “neuralyser” di Men in Black. Ne avevamo parlato QUI.

DEGNE DI NOTA

  • Caterham Seven 160 – Gomme strettissime, tre cilindri in linea da 660 cc, 80 cv e circa 20.000 Euro al cambio. Ah, rimarrà sotto ai 500 kg, probabilmente.
  • Porsche 918 Spyder – Si, abbiamo già visto tutti questa supercar ibrida, ma nessuno ha ancora visto il fantomatico giro del Nürburgring in meno di 7 minuti – meno di tutti McLaren
  • Renault Initiale Paris Concept – La nuova Espace riceve un po’ di joie de vivre per quanto riguarda il design e un po’ di tecnologia da F1 per quanto riguarda il motore

BOCCIATE

  • Brabus B63S-700 6X6 – 700 cv, sei ruote motrici e un’unica auto per rovinare tutto il lavoro svolto da VW Bluemotion, Greenpeace e compagnia bella.
  • Lexus LF-NX Concept – Sembra che nessuno al reparto design della Lexus abbia preso sul serio questo Concept. Tanto valeva lasciarlo a casa.

 

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati