Setsuna? Che nome…Il nome è l’ultima delle stranezze di questo curioso concept Toyota.
Creato per l’industria manifatturiera giapponese in occasione della settimana della moda di Milano, la Setsuna assomiglia ad un giocattolo a carica di un bambino snob, infatti è completamente in legno.

Legno?Che la Toyota abbia deciso di competere con la Morgan? Forse un po’. L’idea è che rispetto ad un veicolo moderno ultra tecnologico, freddo, senz’anima e ad uso e consumo del singolo acquirente, una semplice decapottabile in un caldo legno possa diventare un tesoro per la famiglia da apprezzare e tramandare di generazione in generazione.

Cioè come un cimelio?Esattamente! La teoria vuole che gli elementi in legno della Setsuna invecchino nel tempo, plasmati sulla presenza e le esperienze delle persone che l’hanno posseduta, utilizzata ed amata. Ha persino un “orologio dei 100 anni”, che segna il passaggio degli anni finché non è trascorso un secolo.

Che succede se questa famigliola rovina l’auto?Ci saranno sicuramente delle schegge! Ma grazie alla tradizionale tecnica giapponese della lavorazione del legno, gli 86 pannelli esterni, fatti a mano, sono rimovibili e sostituibili. Dato che il concept difficilmente andrà oltre Milano, l’NCAP non si dovrebbe agitare.

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati