Nata per festeggiare i 100 anni dalla nascita di quell’uomo, lungimirante, che diede vita alla casa del toro. Un’auto che rappresenta perfettamente l’anima e il corpo di Automobili Lamborghini: motore V12, tiratura limitatissima e, come detto poco fa, carbonio in ogni dove. Ma andiamo per gradi.

“La Centenario è una vettura che unisce perfettamente tradizione e innovazione. È proiettata verso il futuro pur rendendo omaggio al mito di Ferruccio Lamborghini. Rappresenta l’opportunità per i nostri designer e ingegneri di superare alcuni dei limiti della produzione di serie per raggiungere un risultato incomparabile: questa vettura è diventata da subito l’oggetto del desiderio di numerosi collezionisti, mettendo in mostra allo stesso tempo le nuove tecnologie Lamborghini e prestazioni sorprendenti. Non potevamo pensare ad un tributo migliore per il centenario della nascita di Ferruccio Lamborghini, un uomo che ha creato un marchio eccezionale, ha sempre creduto che nulla è impossibile e ha prodotto vetture mitiche e straordinarie. La Centenario è una supersportiva per Ferruccio Lamborghini e per il futuro in cui lui credeva e in cui noi crediamo tuttora”. Con queste parole Stephan Winkelmann, presidente, anima e corpo della moderna  Lamborghini, ha presentato questo modello ultra limitato. Saranno solo 40 i futuri possessori della centenario, 20 per la versione coupè e 20 per la versione roadster, con un prezzo a partire da 1,75 milioni di Euro. 

Design innovativo ma riconoscibile, niente colore, solo nudo carbonio, con le linee esterne rimarcate da sottili linee gialle, irrinunciabile se si vuole mantenere il peso al di sotto dei 1.600 kg. Un solido alettone al posteriore serve a conferirle un maggior carico aerodinamico al posteriore permettendo di generare chili e chili di deportanza insieme al corposo fondo estrattore. Sotto al cofano batte il “solito” V12, aspirato da 770 cv, con uno scatto da 0-100 km/h in appena 2,8 sec. Peso ridotto, tanta potenza ed introduzione dell’asse posteriore sterzante, ecco in sintesi la nuova Lamborghini Centenario.

Numeri e dati che fanno stropicciare gli occhi agli appassionati, ma vogliamo raccontarvi un piccolo retroscena. La presentazione è stata seguita da centinaia e centinaia di colleghi, tutti i presi a scoprire le linee della nuova one off, ma c’è da ammettere che gran parte di quella folla non era li solo per vedere il nuovo prodotto di Sant’Agata, ma anche per salutare dopo tanti anni il presidente Winkelmann, richiamato dalla “casa madre Audi” per il grande lavoro svolto con le super car emiliane. Non ci resta che unirci ai saluti, augurando le migliori fortune ad un professionista, e ancora prima uomo, di grande spessore.

 

A proposito dell'autore

Giuseppe Gomes

Post correlati