Non è più tempo in cui ci si voltava a guardare una Skoda e in mente venivano le scadenti auto dell’est Europa, la qualità ora è differente, e anche lo stile.

Per la presentazione internazionale dell’ammiraglia della Casa Boema, Superb per l’appunto, è stata selezionata una location d’eccezione: la Toscana. Poche ma rilevanti sono le parole-chiave che caratterizzano una ormai grande berlina non solo nelle dimensioni. Solidità, eleganza dinamica, proporzioni equilibrate e forme d’impatto. Tutto nella vettura è stato rinnovato: dal frontale più imponente, il profilo con taglio coupé, al posteriore in cui i gruppi ottici giocano un ruolo di primo piano.

Una cavallo di battaglia della freccia alata, e soprattutto della Superb, è sempre stato lo spazio e il suo utilizzo. Già al top nella categoria, ora si è fatto ancora meglio. Questa missione impossibile è stata realizzata con il contributo del prezioso pianale MQB del Gruppo Volkswagen, che consente di ottenere un passo più lungo e una carreggiata più ampia. In questo modo sono stati creati interni comodi per i passeggeri anteriori e posteriori, e anche per quanto riguarda la capacità di carico, saranno davvero pochi i problemi con 635 litri a disposizione.

Oltre ad abitabilità, la Superb è anche ecologica ed efficiente. Le nuove motorizzazioni Euro6 saranno disponibili con cambio manuale a 6 rapporti o DSG a 6 o 7 rapporti. Inoltre alcuni dei propulsori saranno abbinabili alla trazione integrale. 

Non mancano i dispositivi elettronici di sicurezza come Electronic Stability Control (ESC), ma su un’automobile così matura, nel 2015 si da per scontato che ci siano.

A proposito dell'autore

Lorenzo Catini

Post correlati