Avete 90.000 Euro da scialacquare e gli accessori di cui non fare a meno prevedono apertura meccanizzata della capote, stile sportiveggiante e sicurezza a trazione integrale. Cosa comprare? La Jaguar consiglia la sua F-Type V6 S. Fino a ieri una vitale trazione posteriore, oggi la convertibile col giaguaro è disponibile anche a quattro ruote motrici e mantiene alto il tasso di divertimento, ma il prezzo sale inevitabilmente.

Per poco meno degli 89.780 Euro che vi chiede Jaguar, però, potreste esplorare il territorio delle SuperCar di fascia bassa con un’Audi R8 V8 Spyder di seconda mano. La Spyder debuttò nel 2010 con motore V10. Il V8 seguì nel 2011 e le unità degli esordi possono essere vostre per poco più di 75.000 Euro. Saccheggiate i soldi per la F-Type e otterrete modelli immatricolati nel 2012 con una media di 30.000 km sul groppone.

La seduta nell’Audi è bassa e il cofano anteriore drammaticamente inclinato all’ingiù per darvi una visione totale della strada e per ricordarvi che il 4.2 litri è montato dietro la vostra testa. Il V8 è una favola. Il mostro con impianto aspirato viene condiviso anche con la RS4 dal guaìto selvatico, ma la sua risposta lineare e il suo canto acuto qui sono di casa.

La scelta è tra manuale o semi-automatica, però non scordatevi che l’Audi offriva ben due semi-automatici: dapprima un R-Tronic, poi dal 2013 un S-Tronic. L’R-Tronic, che era un manuale senza frizione, è faticoso laddove invece l’S-Tronic è un pungente doppia frizione. Le vetture più recenti sono riconoscibili dai gruppi ottici a LED e dagli indicatori “dinamici” che sormontano la ridda di luci. Se cercate i modelli più vecchi, buttatevi sul manuale. Le modifiche tattili del cambio sei marce risarciscono per i decimi di secondo persi nello scatto.

La nostra R8 si avvale di sospensioni opzionali adattive magnetoreologiche, che sbatacchiano la macchina sulle impefezioni dell’asfalto cittadino ma che migliorano con la velocità. E allora accade la magìa. Sfregate il terreno al limite della gommatura e avvertirete la delicata spinta del sottosterzo e una R8 smaniosa di giocare con voi su un tracciato di maggior aggressività. È bizzarro che la R8 sia assai più centrata sul posteriore rispetto alla Lamborghini Gallardo.

I sedili sono piazzati molto più in alto sulla F-Type, la sua sterzata vagamente insensibile restituisce meno informazioni dell’Audi, il suo incedere a bassa velocità è più maestoso. Avrà pure due cilindri di meno, e sarà pure collocato troppo in avanti, però il V6 3.0 litri sovralimentato scoppietta e gracchia con foga, reagisce ai comandi dell’acceleratore come un bambino pizzicato da una recinzione elettrica e intona un gorgheggio di funereo tenore quando si sta in modalità perditempo.

Le sospensioni sono più morbide della F-Type coupé, sicché c’è maggior rollìo e una sensazione di minore precisione. Tuttavia rimane divertente. Il rollìo permette di giocare con lo chassis, e quando ci si mette, si può osservare quanto sia retro-focalizzata la macchina: la coda viene lasciata andare abbastanza alla deriva perché i regimi motore possano infiammarsi, dopodiché lo slancio si sposta più sul frontale per inibire la vostra esuberanza.

Il cambio automatico a otto marce della convertibile coniuga maniere compassate da andatura sonnolenta a sberle di rapporti frenetici che rendono pleonastico il terzo pedale. Assicuratevi soltanto di investire qualche centinaio di Euro su un volante a corona squadrata e su paddle più sensibili.

MANUTENZIONE E COSTI DI GESTIONE

L’Audi R8 può barcamenarsi fra un programma di manutenzione biennale/variabile e uno annuale, a vostra scelta. Un’officina specializzata Audi che abbiamo contattato menziona una somma di circa 700 Euro IVA inclusa per un intervento di base (cambio olio e filtro, sostituzione filtro antipolline); il filtro antipolline può richiedere un’ora di lavoro sulle vetture con sistema audio B&O e la tariffa della include anche questo nella fattura. Una manutenzione più estesa (filtro olio, olio, antipolline, candele e filtro aria) costa tra i 1.200 e i 1.500 Euro, con le candele sostituite a intervalli di sei anni/90.000 km e il filtro aria a 100.000 km.

Il servizio d’intervento della F-Type è pianificato a 12 mesi/25.000 km. In funzione dei costi di manodopera e degli oli utlizzati, Jaguar stima per i primi tre interventi un totale di 1.500 Euro, col secondo più costoso degli altri. Gli acquirenti della F-Type possono anche optare per programmi articolati su tre o cinque anni.

AFFIDABILITÀ

L’officina riporta alcuni contrattempi con la R8: la ricezione radio in FM potrebbe essere disturbata per colpa della cablatura o dell’amplificatore, che si trova dietro allo spoiler. Le lesioni sugli organi di assorbimento degli urti sono molto comuni e piuttosto costose da mettere apposto. Sulle R8 V8 degli albori, e soltanto sulle versioni coupé, per quel che concerne la nostra esperienza diretta, abbiamo assistito a vari inconvenienti alle frizioni dei cambi manuali, ossia il pedale che non tornava pienamente in posizione. Ciò ha condotto al rimpiazzo della pompa idraulica o dei pistoncini, un lavoro estenuante.

Per la R8 è stato previsto un richiamo: il tubo della benzina potrebbe venire a contatto con lo scudo termico, causando delle potenziali crepe. Gli esemplari affetti dal problema variano dal codice  WUAZZZ428AN001451 al WUAZZZ427CN000245. Verificate che ciascuna vettura acquistata sia stata riconsegnata al concessionario per le operazioni di riparazione.

La Jaguar è coperta da una garanzia di tre anni e dall’assistenza stradale europea. Le garanzie sono estendibili. La F-Type è stata soggetta a due richiami: alcune V6 cabrio a trazione integrale con ammortizzatori adattivi (sigle da SAJWJ6FV8G8K17984 a SAJXJ6HL1GMK24640) erano equipaggiate di barre anti-rollìo difettate che ingannavano il sistema ESP. Inoltre la sterzata elettro-assistita ha conosciuto i suoi guai con inattese sollecitazioni sul volante che hanno tormentato le auto da SAJAC61B1G8K22719 a SAJAL61X08K22402.

OPTIONAL IMPORTANTI

L’Audi R8 ha più opzioni di un Lewis Hamilton senza contratto. Queste comprendono sensori di parcheggio (eventualmente anche con telecamera posteriore), dispositivo audio Bang&Olsen, vernice metallizzata o in sfumatura perla, dispendiose rifiniture opache, freni in carbonio e ceramica, sospensioni dinamiche, sedili a guscio con supporto lombare elettrico. I cerchi in lega da 19″ sono di serie, ma i clienti possono deviare su componenti in titanio o vernice brillantata.

Un appetibile equipaggiamento per la F-Type V6 S include barre anti-ribaltamento in tinta con la carrozzeria anziché in cromatura satinata, 13 colorazioni diverse tra cui il Nero Ebano o il Bianco Artico, due tipologie di cerchi da 19″ standard, gli altri sono da 20″. I freni in carboceramica possono far squadra con i cerchioni in lega leggera Storm da 20″. L’estensione del rivestimento in pelle costa parecchio e si può aggiornare lo stereo a sei casse con l’alternativa Meridian a 10 altoparlanti oppure a 12.

VERDETTO

Che decidiate di comprare la Jaguar o l’Audi, avrete comunque un’auto dall’estetica encomiabile, comodità munifica, prestazioni cospicue, doti dinamiche divertenti e livelli altissimi di finezza meccanica, sia a tettuccio alzato sia a tettuccio ripiegato. Non ci sono veri perdenti.

La F-Type sembra diventare un’auto meno guidabile passando dalla coupé alla roadster, ma è sempre entusiasmante, anche se la coupé si fa sentire di più. In ogni caso si gode del privilegio di una garanzia triennale e di una tranquilla pianificazione delle spese se si accetta il contratto di leasing. La sentenza sull’Audi viene condizionata dalla sua plancia decrepita e dal non sapere cosa le è successo prima. Eppure gli indizi sono convincenti: è una SuperCar dal look delizioso, i costi d’esercizio sono simili a quelli di una RS4 e qualcun altro ha subìto al posto nostro gli effetti di un iniziale deprezzamento. Anche in termini di dinamicità è difficile distinguerla dalla sorella col tetto in lamiera. Per tali ragioni, l’Audi è di un pelo più avanti e si prende la vittoria.

Ben Barry

JAGUAR F-TYPE V6 S CONVERTIBILE Prezzo 89.780 Euro

Motore 2.995cc 24v V6 sovralimentato, 380 cv @ 6.500 giri/min, 460 Nm @ 2.3500 giri/min

Trasmissione Automatica 8 rapporti, trazione integrale

Prestazioni 0-100 km/h in 4,9 secondi, 275 km/h, 11,3 km/l, 209 g/km CO2

Sospensioni Avantreno a quadrilatero, retrotreno multilink

Peso/materiali 1.689kg/alluminio

Lunghezza/larghezza/altezza 4.470/1.923/1.308mm

In vendita Ora

AUDI R8 V8 SPYDER 

Prezzo 76.800 Euro (esemplare del 2012 con 31.000 km sul cruscotto)

Motore 4.163cc 32v V8, 430 cv @ 7.900 giri/min, 430 Nm @ 4.500-6.000 giri/min

Trasmissione Automatica doppia frizione 7 rapporti, trazione integrale

Prestazioni 0-100km/h in 4,8 secondi, 300 km/h, 7,7 km/l, 294 g/km CO2

Sospensioni Avantreno e retrotreno a quadrilatero

Peso/materiali 1.685kg/alluminio

Lunghezza/larghezza/altezza 4.431/2.029/1.244mm

In vendita 2010-2014