Il presidente Luca Cordero di Montezemolo ha annunciato uno strano piano commerciale per il Cavallino Rampante: nel 2013 verrà venduta una quantità inferiore alle 7.000 unità, ma i guadagni saranno più elevati.

“Voglio che Ferrari resti esclusiva” – ha spiegato. “Una Ferrari è come una bellissima donna, deve valere la pena di farsi desiderare. Mi rifaccio a ciò che ho imparato da Enzo Ferrari: se produciamo meno non inonderemo il mercato e ciò renderà anche le nostre vetture usate più desiderabili”. In risposta alle provocazioni che facevano notare come ormai il marchio sia già fin troppo comune in mercati emergenti, quali la Cina, il presidente ha risposto che effettivamente sono in leggera crescita, ma ciò non fa venire meno l’esclusività del prodotto.

Nei piani del 2013, è stato illustrato come verranno messi a disposizione altri 250 operai in aggiunta alle possibilità di promozione di altri 100 verso ruoli impiegatizi e non si è risparmiato di svelare un suo piccolo e segreto desiderio: “Il mio sogno è quello di essere sostituito da qualcuno che sia cresciuto qui iniziando come operaio”.

Per quanto concerne il lavoro fino ad oggi svolto, Ferrari ha venduto nel primo trimestre ben 1.798 vetture stradali (escludendo le prevendite della LaFerrrari) registrando un incremento del 4% rispetto al 2012. Il Presidente ha voluto inoltre spiegare che Ferrari è il brand più forte al mondo con 95 articoli del Cavallino Rampante venduti al mondo ogni minuto. Con una presenza internazionale in più di 61 paesi, ci sono attualmente 54 concessionari in USA, 27 in Greater China (un numero destinato ad aumentare), 101 in Europa, Medio Oriente e Asia (EMEA) e 17 nel Far East (anch’essi destinati ad aumentare).
Il fatturato per area geografica più rilevante appartiene sicuramente alla regione EMEA con Far East e Greater Chiana che seguono con il 28%: l’obiettivo è riequilibrare la situazione entro il 2017, portando il mercato americano a raggiungere il 30% del fatturato entro il 2017.

 

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati