Hot Hatch 2018

Non c’è mai stata una annata migliore. Se mai è esistito un periodo d’oro per le due volumi, è proprio ora. Dalle frizzanti city car alle eroiche supermini, dalle versioni da strada di auto da Rally alle super auto in grado di rivaleggiare con le Porsche, queste brillanti autovetture occupano ogni angolo dell’attuale mondo delle due volumi. Quindi abbiamo riunito otto delle migliori, per celebrare ed incoronare la regina.

_K4A0124

Le regole? Non ci sono regole: le dimensioni non contano, e nemmeno il prezzo – in parole povere, qual è la migliore? Quale arricchisce più efficacemente ogni chilometro con del sano divertimento? Gomme di scorta alla mano, si parte. È come se qualcuno avesse rovesciato una scatola di caramelle sulla pista del Circuito di Rockingham. Sembrano tante piccole pietre colorate, di tutte le forme e dimensioni, dai colori più svariati, con dei numeri per identificarle. La prestazione più impressionante appartiene alla Type R, la super hatch da 272 km/h che non smette di strizzare l’occhio alla nuova RS Megane di Renault sin da quando si sono viste per la prima volta.

_K4A0513

Sono differenti all’apparenza. L’Honda è molto potente, con una grande deportanza e sospensioni adattive; Renault Sport ha preso in prestito qualcosa dal comparto sportivo, optando per un leggerissimo motore da 280 cv 1.8 litri invece del 2.0 litri da 320 cv montato sull’Honda, ed ha scelto di montare una barra di torsione posteriore invece del più complesso sistema a bracci multipli dell’Honda. Ma l’arma segreta della Megane è la carreggiata larga da Supercar e l’astuto sistema a quattro ruote sterzanti.

A Rockingham, la Renault ha la sterzata più soddisfacente, perfettamente calibrata, minuziosamente regolabile, con uno sterzo posteriore che modifica la propria geometria per bilanciare il rollio nelle curve strette o nelle variazioni d’assetto rapide. Su strada la Renualt risulta un po’ più distaccata, aumentando il tempo necessario per conoscere e sfruttare il suo telaio e il suo sistema di propulsione. Al contrario, i continui stimoli che la Civic è in grado di dare riescono a far percepire ogni centimetro di asfalto, tanto che non vorrete far altro che continuare ad immergervici e divertirvi. Ad una prima impressione, vorreste fare un giro di pista in più con la Megane, e la strada per tornare a casa con la Civic. In ogni caso è un argomento che merita qualche approfondimento…

Leggi l’articolo completo sul numero 103

CAR lo trovi IN TUTTE LE EDICOLE della tua città e in edizione digitale su pocketmags.com

_K4A8552 copy

 

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati