Ford Mustang

I chirurghi plastici affermano che gli interventi migliori sono quelli difficili da diagnosticare. Nel caso della Mustang, gli interventi di successo sono stati l’abbassamento dei fari anteriori, la sostituzione dei fari LED posteriori e, sul V8 GT, la scelta di montare i quadrupli scarichi in stile M3. All’interno c’è ancora più metallo (o qualcosa che sembra metallo), oltre ad alcune cuciture a mano sulla console e sul quadro strumenti digitale con schermo da 12 pollici opzionale che tende a distrarre molto dalla strada che stai percorrendo. Allo stesso modo Ford ha aggiornato il kit di sicurezza con l’assistente pre-collisione e un rilevatore di pedoni per migliorare l’ultimo punteggio di due stelle ricevuto all’Euro NCAP di un’ulteriore stella. L’anonimo EcoBoost 2.3 risulta avere ora 290 cv invece di 317 cv, ma il 5.0 litri V8 ha ricevuto un incremento da 410 a 450 cv, un nuovo rumore per lo scarico e, nel caso della trasmissione automatica, altri quattro rapporti grazie alla nuova scatola del cambio sviluppata con General Motors. Volendo fare una battuta a proposito dell’aumentare a dieci le marce disponibili per un motore V8, è come se qualcuno stesse attaccando un paio di gambe ad un Caterpillar. Il vero motivo è che la trasmissione nord-sud è stata progettata per i camion della serie F di Ford, che hanno bisogno di più rapporti per trainare. Ma visti gli attuali picchi di 529 Nm a 4.600 giri/min, la nuova trasmissione aiuta molto a tenerla sotto controllo. La possibilità di saltare un paio di marce scalando è molto utile; la modalità Dragstrip, che sacrifica la precisione nel cambiare in favore di qualche decimo di secondo, non lo è altrettanto, ma almeno è divertente. Il vero shock qui, però, è quanto sia migliore questa Mustang sulle strade difficili grazie alle sue sospensioni ricalibrate e agli opzionali ammortizzatori magnetici.

Leggi l’articolo completo sul numero 100

CAR lo trovi IN TUTTE LE EDICOLE della tua città e in edizione digitale su pocketmags.com

Mustang_GT_10SPD_025

 

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati