Primi schizzi della nuova super-coupé da oltre 600 cavalli

Questo è il primo sguardo al nuovo concept realizzato da Audi Quattro, l’ultima evoluzione di Ingolstadt. Non solo risulta molto più aggressiva dell’ultimo concept del 2010, ma è anche molto più potente.

Il concept del 2010 era basato sulla piattaforma della vecchia RS 5, con un 5 cilindri turbo preso da una TT RS. Questo concept è decisamente più grande, basato sulle piattaforme delle attuali A6 e A7 sarà più largo e più lungo, pur mantenendo le due porte come impone la silhouette di una vera coupé.

Con la sua enorme griglia frontale affiancata dalle prese d’aria frontali e gli sfoghi sul cofano, questo concept offre un primo impatto frontale molto deciso. I classici canoni dello stile Quattro come i passaruota allargati, i montanti a C e i vari accorgimenti aerodinamici in fibra di carbonio sono presenti in massa. E quei dischi incandescenti che s’intravedono nei disegni fanno pensare ad un impianto in carboceramica.

La tozza coda finisce con due enormi terminali di scarico e quello che sembra uno spoiler fisso invece di un’ala mobile attiva.

Ma cosa c’è dentro?

I disegni mostrano una struttura dei sedili 2+2 per un totale di quattro sedili totalmente separati. Dietro i sedili posteriori troviamo un massiccio montante per conferire più rigidità al telaio, immancabile l’incisione “quattro” che si estende per tutta la sua lunghezza. Davanti troviamo un tunnel centrale in fibra di carbonio, il familiare controller a manopola per controllare il sistema multimediale Audi e un selettore della trasmissione automatica con paddle al volante.

Andando ancora oltre, troviamo un nuovo display all’interno del quadro strumenti, dominato da un contagiri centrale che diventa rosso solo verso i 6.500 giri/min, affiancato da un indicatore di marcia con varie informazioni, tra le quali un cronometro e una mappa del circuito che si sta percorrendo.

Infine, sotto al cofano?

Audi ha fatto passi da gigante con le sue ultime RS 6 e RS 7. Entrambe sono equipaggiate con motori V8 biturbo da 4 litri da 560 cavalli. Versioni aggiornate dello stesso motore, arrivano a sviluppare fino a 600 cavalli di potenza, ci si aspetta quindi che questo concept verrà dotato di un V8 da non meno di 650 cavalli.

Ovviamente avrà la trazione integrale e alla Quattro GmbH hanno solo l’imbarazzo della scelta. Per ora, il candidato è l’automatico a 8 rapporti della RS 6, o forse una variante dell’S-tronic a 7 rapporti attualmente in uso sulla R8 V10 Plus.

 

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati