Citroën C3 vs Nissan Micra vs Suzuki Swift

LA REUNION DEGLI AVENGERS

La nuova Micra deve rifarsi per gli errori del passato. E le nuove C3 e SWIFT devono dimostrare che la Cactus e la vecchia Swift non sono stati solo colpi di fortuna.

 

Da zero a eroe e viceversa – in circa 35 anni di tentativi, la Nissan Micra non ha sempre meritato una menzione d’onore al pari degli altri marchi impegnati nel settore supermini.
C’era una volta un’Auto Europea dell’Anno nel ’93, e le rivelazioni dei primi anni duemila. Ma l’ultima versione, chiaramente costruita per il mercato asiatico e poi portata anche in Europa invece che essere costruita e progettata qui come le Nissan di maggior successo, era così sotto la media che a malapena abbiamo voluto perderci tempo. Eccezion fatta per gli occasionali mugugni incentrati su quanto migliori fossero la Fabia e la Fiesta.
Ma questa volta Nissan fa sul serio con le supermini. E dato il successo della Juke e della Qashqai, due vetture che hanno rivoluzionato le necessità del mercato famigliare, in questo 2017 la Nissan sembra avere fiuto per ciò che la gente vuole.
Così ci è stato detto che la nuova Micra è migliore da guidare. Possiamo vedere come abbia un aspetto migliore, e anche una qualità costruttiva superiore. Punto valido anche per i nuovi interni. Ma è abbastanza? La Nuova Ford Fiesta, in vendita questa estate, potrebbe essere la prova più ardua, ma prima la Micra deve dimostrare di essersi guadagnata l’accesso a quel combattimento sbaragliando altre due agguerrite rivali.

 


Una è la Citroën C3, l’ultima supermini da parte di una compagnia che sembra aver riscoperto il proprio mojo e non ha alcuna intenzione di lasciarlo andar via. I progettisti della C3 devono aver avuto un lungo confronto nel quale hanno tradotto i “cosa accadrebbe se” dietro la C4 Cactus in un mercato delle piccole costellato da contendenti scialbi o troppo simili.

 


Anche Suzuki è sulla cresta dell’onda. L’ultima Swift è stata un successo inaspettato per gli standard di un attore minore, non ha mai impensierito i grandi nomi ai vertici delle classifiche di vendita europee ma è riuscita a trovare più di un milione di acquirenti in giro per il continente in una decade. Il nuovo modello promette di fare ancora meglio. Leggera quasi quanto una hatch degli anni ’80 – o mio dio – e con l’opzione di un nuovo sistema ibrido intelligente, questa è una Suzuki Swift che potrebbe essere presa sul serio dai marchi di massa, e da voi.

… il resto della storia, scoprilo qui!