La BMW Serie 2 si adegua alla tradizione di famiglia e diventa Cabriolet. Una delle più recenti della Casa tedesca piaceva, ma mancava di una componente essenziale, appunto la variante open air. Sviluppata parallelamente al modello Coupé,  mette in evidenza i tratti distintivi delle BMW di ultima generazione.

Linee slanciate, silhouette bassa con nervatura laterale marcata; passaruota muscolosi posteriori che richiamano l’attenzione sulla tradizionale trazione posteriore, che caratterizza le creazioni di Monaco. Ovviamente, come tutte le Serie BMW è possibile scegliere la personalizzazione scegliendo tra le varianti Advantage, Luxury Line, Sport Line e M Sport. Sbalzi corti, cofano allungato anteriore, abitacolo arretrato, passo lungo e carreggiata larga rendono l’immagine della Serie 2 Cabriolet una vettura che fa della sportività la sua peculiarità.

La capote in tessuto si aziona elettricamente ed ha un isolamento supplementare e comfort acustico ottimizzato: l’apertura e la chiusura avvengono in soli 20 secondi, anche durante la guida, fino a di 50 km/h. Gli interni sono un mix di eleganza e sportività: il cockpit è orientato verso il guidatore, i materiali sono di assoluto pregio, il sistema di infotainment è all’altezza della situazione.

Il top di gamma è la M235i, con motore a benzina sei cilindri in linea e tecnologia M Performance TwinPower Turbo da 326 cavalli e 450 Nm. A seguire il 228i con il 2 litri da 245 cavalli e il 220i con il 2.0 da 184 cavalli, per quanto riguarda i benzina, mentre il 220d con il 2 litri quattro cilindri in linea con tecnologia BMW TwinPower Turbo da 190 cavalli e 400 Nm offre garanzie eccellenti per chi cerca un motore a gasolio ad altissime prestazioni in questa categoria.

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati