Con la nuova Serie 5, BMW ha fatto un salto in avanti talmente grande in termini di tecnologia che in confronto la vostra Serie 7 vi sembrerà un vecchio computer in bianco e nero.

Esteticamente, la berlina dell’elica non si discosta particolarmente dal modello che va a sostituire, se non per alcuni ma significativi dettagli al frontale, che sfoggia nuovi fari allungati, rivisti nel design interno e che ora si congiungono visivamente con il doppio rene, maggiorato per l’occasione e attivo, con la possibilità di sbarrare le feritoie per migliorare la penetrazione aerodinamica o annullare quasi totalmente il rumore del motore alle soste al semaforo, ed una nuova linea di cintura che unendo i gruppi ottici posteriori al passaruota anteriore per poi tornare verso il montante posteriore va a creare un fortissimo senso di tridimensionalità e dinamismo. Se possibile, e non stentiamo a crederlo dal momento che il listino della nuova Serie 5 parte da 50.800 Euro ma solo il 3% delle vendite totali è rappresentato da modelli entry level; spuntate la casella relativa al pacchetto estetico M ed avrete enormi cerchi in lega, pinze blu e paraurti riprofilati, oltre all’assetto sportivo che, abbassando il corpo vettura di circa 10mm, contribuisce a donarle un senso di sportività ancor maggiore. Le vere novità, però, sono sotto la carrozzeeria e dentro l’abitacolo.

Il resto della storia, scoprilo qui

A proposito dell'autore

Redazione

Post correlati