Festeggiamenti in vista per i 30 anni di Audi Sport quattro, e si torna così a parlare della quattro concept. In quanto erede della storica Audi quattro, non deluderà i fan storici e sarà a disposizione nello stand Audi al salone dell’auto di Francoforte.

Il motore scelto è un 4.0 litri V8 biturbo TFSI da 560 cavalli e ben 700 Nm di coppia, ovviamente dotato del sistema COD (Cylinder On Demand) per abbattere i consumi. Ad aiutare questo V8 (come se ce ne fosse bisogno) troviamo un motore elettrico da 110 kW (150 cavalli) e 400 Nm (le coppie non si sommano in maniera diretta). La potenza di oltre 700 cavalli e gli 800 Nm risultanti consentono di scaricare lo 0-100 km/in 3,7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 305 km/h, grazie alla trazione integrale e un cambio a 8 rapporti modificato appositamente per quest’auto. La combinazione benzina ed elettrico, consente di raggiungere consumi di 2,5 litri ogni 100 km ed emissioni di CO2 pari a 59 g/km. Le combinazioni di guida possibili sono le tre basilari, EV (solo propulsione elettrica), Hybrid e Sport. In modalità elettrica si possono percorrere fino a 50 km grazie alle batterie a ioni di litio da 14,1 kWh alloggiate nella parte posteriore per un miglior bilanciamento dei pesi.

Pur mantenendo i canoni del design Audi attuale, questa quattro concept ricorda fortemente la vecchia quattro con il suo profilo più squadrato e i passaruota generosamente allargati. Sul frontale troviamo generose prese d’aria, con la griglia centrale più ampia e aggressiva che non accoglie lo stemma dei quattro anelli, alloggiato sull’estremità del cofano. Al posteriore troviamo i doppi scarichi classici delle RS, uno spoiler fisso a ricordo della passata leggenda ed i fari a led collegati da una striscia rossa, altro richiamo alla vecchia quattro. Diverse componenti in carbonio e in alluminio leggero riescono ad abbattere il peso fino a 1.850 kg.

All’interno le novità sono tante. Al posto del quadro strumenti, troviamo un’ampio display che adatta l’interfaccia allo stile delle moderne supercar. Al centro domina il contagiri in visualizzazione analogica, contornato ai due lati delle altre informazioni riguardanti lo status della vettura. Il volante a tre razze presenta, oltre ai comandi già conosciuti, una pulsantiera in pieno stile racing. Il tunnel centrale è ampio, come la testa della leva del cambio, presente anche la solita manopola per la gestione del sistema.

 

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati