In attesa della presentazione che avverrà in contemporanea mondiale, la BMW svela i dati tecnici della nuova Mini che sarà disponibile nei concessionari a partire dal primo trimestre 2014. Queste sono solo anticipazioni di natura tecnica, per conoscere tutte le novità della piccola tedesca bisognerà attendere il 18 novembre 2013, giorno nel quale la vettura verrà presentata in contemporanea ad Oxford, Tokyo e Los Angeles.

Motorizzazioni

La gamma di motori proposta per la nuova Mini è conforme alle normative sull’inquinamento Euro 6 e prevede modelli a 3 e 4 cilindri. Per il lancio la Casa ha annunciato tre motorizzazioni: due a benzina e una a gasolio. La più piccola a benzina è un 1.5 litri a tre cilindri in grado di erogare ben 136 cavalli con 220 Nm di coppia a 1250 giri/min, il quattro cilindri è un 2 litri da 192 cavalli con 280 Nm di coppia. In questi nuovi motori il turbocompressore è direttamente integrato nel collettore di scarico, a differenza delle precedenti versioni. Discorso diverso per la motorizzazione a gasolio che prevede un nuovo sistema di iniezione che permette al common rail di lavorare alla pressione di 2.000 bar, riducendone ulteriormente i consumi. Il propulsore in questione è un tre cilindri di 1.5 litri che eroga 116 cavalli e 270 Nm di coppia.

Trasmissione

Sia il cambio manuale che il cambio automatico presentano delle soluzioni innovative: partiamo dalla trasmissione manuale che è provvista di un sensore che adatta il numero di giri alle esigenze di cambiata. Il cambio automatico è collegato al navigatore satellitare che suggerisce qual’è la marcia più adatta in base al percorso. Il sistema start/stop è disponibile su entrambe le tipologie di trasmissione.

Sospensioni

La nuova Mini 2014 eredita dalla progenitrice le sospensioni a ruote indipendenti MacPherson all’anteriore e a bracci multipli al posteriore. La vera novità è la possibilità di scegliere le fasi di compressione ed estensione degli ammortizzatori in due modalità: comfort e sport, il tutto tramite un pulsante sulla plancia.

Sicurezza

Punto di forza di questa nuova generazione di Mini è la sicurezza. La scocca è stata alleggerita e rinforzata grazie all’utilizzo di acciai di nuova generazione. Per rendere ancora più sicuro l’abitacolo, è stato installato un ammortizzatore tra cofano e paraurti ed è stato sviluppato un cofano motore attivo, che, per ridurre i danni all’investito,  si alza nella parte posteriore quando l’impatto imminente avviene a velocità tra i 20 e i 55 km/h.

A proposito dell'autore

Umberto Circi

Post correlati